Green vision, un trasporto sostenibile

  • Trasporto intermodale
  • Filtro antiparticolato

Torello è stata scelta da grandi brand internazionali grazie anche all’applicazione di soluzioni sostenibili.

La riduzione dell’impatto ambientale dei trasporti, prevista dal Libro Bianco formulato dalla Commissione Europea nel marzo 2011, ha stabilito che entro il 2030 sulle percorrenze superiori a 300 km, il 30% del trasporto di merci su strada dovrebbe passare ad altre modalità, tra cui la ferrovia. Nel 2050 questa percentuale dovrebbe passare al 50% grazie a corridoi merci efficienti ed ecologici.
L’ambiente è un tema di prioritaria importanza per Torello che, consapevole della responsabilità sociale della propria attività si impegna per contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 attraverso l’adozione di soluzioni sostenibili. In quest’ottica si inseriscono gli investimenti effettuati.
Soluzioni confermate dalla scelta del Gruppo di collocare proprie strutture presso l’Interporto di Piacenza, importante piattaforma di transito merci nazionale ed internazionale che include un terminal intermodale e magazzini con intensa attività terminalistica.
Un contributo decisivo per una migliore qualità della vita.

I risultati del nostro contributo

Il monitoraggio dei consumi porta alla stesura e alla condivisione di relazioni periodiche nelle quali vengono riassunti e certificati i risultati ottenuti.

Quantità non emesse
2015 2016
CO2 (kg) anidride carbonica 5.925.000 8.650.000
CO (kg) monossido di carbonio 25.398 35.292
PM (kg) particolato 1.422 2.076
HC (kg) idrocarburi 94 138
Nox (kg) ossidi di azoto 63.279 89.960
Riduzione delle emissioni
2015 2016
CO2 (kg) anidride carbonica 6% 10%
CO (kg) monossido di carbonio 25% 32%
PM (kg) particolato 8% 15%
HC (kg) idrocarburi 35% 48%
Nox (kg) ossidi di azoto 3% 7%

Le nostre soluzioni sostenibili

In ottica trasporto sostenibile il Gruppo Torello ha adottato i filtri antiparticolato come strumento per abbattere le emissioni inquinanti da polveri sottili, prevedendone l’installazione su veicoli non provvisti in fase iniziale di tale dispositivo. Il DPFDiesel Particulate Filter – cattura il particolato emesso dai motori diesel. L’obiettivo principale di questo dispositivo è il rispetto dei limiti di emissione Euro 4 ed Euro 5 e quindi la diminuzione di sostanze fortemente tossiche.

I mezzi del Gruppo Torello si distinguono per prestazioni eccellenti e rendimenti puliti grazie alla riduzione delle emissioni gassose. La tecnologia innovativa, la collaudata affidabilità e la loro ineguagliabile efficienza soddisfano le nuove normative ambientali e in materia di sicurezza. Mezzi con un’età media inferiore ai 3-4 anni che testimoniano un continuo rinnovamento del parco veicolare. La flotta del Gruppo Torello è formata dal 29% di mezzi Euro5 e 62% Euro6* allestiti per ogni tipo di trasporto.
*percentuali riferite ai veicoli a motore

Trasporto combinato

Ai terminal dell’Interporto sono affiancati magazzini per funzioni di logistica, servizi tecnici e amministrativi associati al servizio di trasporto combinato, oltre alle sedi per le imprese operanti con questa modalità di trasporto in cui l’unità di carico può essere un veicolo stradale oppure una unità di trasporto intermodale. Il trasporto combinato consente di ridurre le emissioni di CO2 del 55% rispetto al solo trasporto su strada.

Torello ha rafforzato la gamma dei servizi intermodali offerti con i progressivi aumenti dei collegamenti ferroviari con cadenza giornaliera. I terminal, costituiti da binari e piazzali attrezzati per il trasporto delle unità di carico (container e casse mobili) da una modalità all’altra, favoriscono l’immissione diretta su rete ferroviaria. Ogni spedizione trasferita su rotaia contribuisce alla tutela del clima migliorando la qualità della vita.